© 2019 by TOMMASO AUSILI PHOTOGRAPHER. 
 

THE MORO CASE

È la mattina del 16 marzo del 1978, e per l'Italia si apre una delle pagine più buie della storia della Repubblica. Un commando delle Brigate Rosse rapisce il Presidente della Democrazia Cristiana, l'Onorevole Aldo Moro, trucidandone la scorta. I terroristi, in cambio della sua salvezza chiedono la liberazione di tredici compagni, e le autorità si dividono tra chi è disposto a trattare e chi no. Trascorrono così 55 giorni, e il destino di Moro è ormai segnato. Quando giunge l'ultima telefonata il suo corpo giace senza vita nel vano portabagagli di una Renault 4 posteggiata in Via Caetani, nel centro di Roma, a metà strada tra le sede della Democrazia Cristiana e quella del Partito Comunista Italiano. 40 anni dopo, il caso Moro rimane ancora una delle vicende più intricate ed oscure della storia repubblicana